Accessori A-G Arredamento Addobbi albero di Natale: come addobbare l'albero di Natale

Addobbi albero di Natale: come addobbare l'albero di Natale

Con l'arrivo delle feste natalizie non può certo mancare in casa l'albero di Natale! Di conseguenza si comincia a pensare a come allestirlo e a quali addobbi di Natale usare per rendere l'albero vero o l'albero di Natale artificiale particolare e personalizzato. Naturalmente addobbare l'albero di Natale rientra anche nella categoria del fai da te in quanto le decorazioni per l'albero possono avvallersi di quelle più classiche che si trovano in commercio (palline di Natale) fino ad arrivare a svariati addobbi molto più particolari perchè fatti con le proprie mani (addobbi con la pasta, decorazioni con fiocchi, pannolenci o stoffa). Quindi diamo uno sguardo insieme a come scegliere e comprare l'albero di Natale e gli addobbi più originali.

Abeti e Alberi di Natale artificiali

Con l'arrivo del Natale la casa viene addobbata a festa con regali o acquisti di decorazioni articiali o naturali che vanno dal classico abete di Natale fino a composizione di nuove piante come azalee e ciclamini. Se si è amanti delle piante, prendendosene cura, questi particolari addobbi di Natale potranno durare a lungo, anche fino alla prossima festa natalizia.

Per quanto riguarda, invece, l'acquisto di un albero di Natale, se si vuole ottenere un effetto "vero" la scelta dovrebbe ricadare su un abete che funga da albero di Natale. In realtà l'abete di Natale troverebbe una collocazione ideale all'esterno ma, volendo, anche all'interno con le dovute attenzioni lo si può far vivere bene e allo stesso tempo ottenere un'atmosfera di Natale particolare.

Quando ci si accinge ad acquistare un albero di Natale vero bisogna controllare prima di tutto che le radici non siano state strappate. Se la sua destinazione è per l'interno della casa dovrete avere cura di sistemarlo in un luogo luminoso e fresco.  In alternativa al classico abete si può optare anche per conifere con crescita lenta e già sistemate in vaso ma  non sradicate.  Forse il prezzo lieviterà leggermente ma, si avrà la sicurezza di poterle tenere più a lungo.

In alternativa all'abete si può optare anche per un albero di Natale realizzato con rami di alberi tagliati. Prima di tutto, però, bisogna controllare che possiedano il sigillo del Corpo Forestale dello Stato a garanzia di un taglio effettuato con disciplina e per necessità della salute dell'albero. I rami devono essere stati tagliati di recente altrimenti dopo poco tempo potreste ritrovarvi con un bell'albero allestito con addobbi di Natale ma spelacchiato.

albero di natale

Per chi sceglie una via più pratica all'abete di Natale può comprare un albero di Natale artificiale che riproduca fedelmente l'abete o il pino. La scelta dell'albero di Natale artificiale deve ricadere su un albero che abbia una bella forma a cono, rami pieni e non spelacchiati,  che sia proporzionato rispetto alla base. Proprio la base deve essere profonda ovvero abbastanza estesa in modo da reggere il peso dell'albero e da farlo apparire in equilibrio (nè pendente da un lato e nè dall'altro); si eviterà in questo modo il pericolo di cadute improvvise con conseguenze che potrebbero rivelarsi molto gravi.

Per quanto riguarda le dimensioni se ne possono trovare di varie ma il consiglio è quello di non esagere. Infatti il problema non sta tanto nell'acquisto dell'albero ma nel comprare successivamente un numero di addobbi tale da renderlo bello alla vista. Ad esempio, per addobbare un albero di 2 metri si ha bisogno davvero di molte decorazioni per il suddetto albero di Natale, decorazioni che naturalmente si dovranno acquistare. Quindi da un prezzo iniziale di 100 euro, 150 o 200 euro si deve necessariamente mettere in conto anche un'ulteriore spesa per allestirlo a dovere!

Nei negozi si possono trovare alberi di natale artificiali davvero per tutti i gusti: bianchi, argentati, nel classico verde, misti e adesso addirittura alberi di Natale neri! Quindi l'acquisto dovrà essere fatto prima di tutto in base al gusto personale ma tenendo ben presente che l'albero di Natale molto probabilmente verrà utilizzato per molti anni e con il passare del tempo uno molto eccentrico potrebbe anche stancare!Infatti la novità dell'albero bianco che dà l'idea della neve o dell'albero nero potrebbero rivelarsi ben presto superate...forse l'albero verde potrebbe essere la scelta ideale per poi magari diversificarlo di anno in anno con addobbi di Natale diversi.

Anche la funzione dell'albero deve essere presa in considerazione: è destinato ad una stanza della propria casa o alla vetrina di un negozio?Certo, per la vetrina di una negozio si potrebbe optare per alberi che osano di più e che balzano subito all'occhio mentre per la propria casa qualsiasi stile andrebbe bene.

Un secondo fattore da prendere in esame è lo spazio: l'albero di Natale artificiale può essere posto in un luogo ampio o gli spazi sono ridotti?Se lo spazio è ridotto di può optare anche per piccoli alberelli che ugualmente fanno il loro effetto mentre per stanze più ampie si potrà, sempre in proporzione, optare per alberi più grandicelli. Tuttavia, qualsiasi sia il tipo di albero che intendete acquistare è sempre utile sapere come valutarne la qualità e le caratteristiche. Infatti, prima di comprarlo verificate la robustezza della fibra sintetica valutata attraverso il numero di aghi e contate il numero di rami. Un albero con pochi rami può essere decorato con qualsiasi tipo di addobbo: apparirà sempre spoglio e spelacchiato!Al contrario, un albero di Natale pieno di rami crea già da solo un effetto scenico invidiabile...figuratevi con l'aggiunta delle decorazioni!

Se l'albero è morbido al tatto e il negozio garantisce il prodotto la scelta potrebbe rivelarsi quella giusta. Una volta acquistato,  per montarlo basterà solo seguire le istruzioni riportate. L'apertura dei rami è un'altra fase molto importante in quanto lo stesso albero aperto in modi differenti produce diversi effetti. Di solito lo si apre partendo dai rami posti in basso fino ad arrivare alla punta. Per chiuderlo, invece, si fa il contrario: si parte dall'alto per giungere agli ultimi rami in basso. Una volta finito il Natale anche il modo in cui verrà riposto per l'anno successivo è da non sottovalutare. Usate molta cura non solo per l'albero di natale ma anche per riporre gli addobbi al loro posto.

Rendere un albero di Natale particolare: addobbi e decorazioni

Molte volte basta poco per rendere il proprio albero di Natale particolare: ci sono tantissime idee fai da te da cui prendere spunto. Proprio perchè in questo campo si dà largo spazio alla fantasia non c'è da stupirsi se si vedono in giro alberi addobbati con pupazzi, cestini, pacchetti regalo, orsacchiotti, stelline, ceri, scatole profumate, filo metalizzato, nastri, catenelle, campanellini, fiocchi, ghirlande, campane, sfere, cuori, gocce in vetro decorate a mano, babbo Natale, angeli, pupazzi, stelle, grappoli di bacche, felci nei colori e nelle dimensioni più varie, addobbi in pasta di sale, addobbi con pasta e per finire con palle di Natale classiche o in stoffa o in vetro. A volte, per i più esperti basta un'idea per dare quel tocco originale ma per chi non sa come realizzare ciò che ha in mente ci si può sempre avvalere dell'aiuto di un buon libro del fai da te. Invece, se le decorazioni per l'albero di natale le si intende acquistare controllate che siano di buona qualità e che siano prodotte con materiale ignifugo.

Qualsiasi sia il tipo di addobbo che si andrà ad utilizzare bisogna tenere ben a mente pochi ma doverosi passaggi per allestire l'albero di natale. Quando l'albero è ancora spoglio si consiglia di disporre per prima cosa le luci. In base all'effetto che si vuol conferire all'albero le si potrà disporre a zig zag o a spirale. Per un effetto incantevole non siate restii a mettere un numero sufficiente di luci: tante lucettine piccole piccole  riusciranno ad illuminare tutte le zone dell'albero creando un gioco di luci che affascinerà grandi e piccini. Inoltre la serie di  lampade deve essere disposta con un certo criterio ovvero sia all'esterno che all'interno dell'albero in modo da creare un senso di profondità. Successivamente abbiate cura di nascondere il filo delle luci disponendo al meglio le decorazioni per l'albero. Per quanto riguarda il colore delle luci ce n'è davvero per tutti i gusti; in commercio si trovano serie bianche, blu, rosse, miste, gialle, ecc. Anche l'intermittenza come il colore diventa una scelta di stile. Infatti alcuni usano luci molto appariscenti, che si accendono e si spengono quasi seguendo un motivo musicale, altri usano vere e proprie luci musicali mentre c'è chi preferisce sacrificare la spettacolarità per l'eleganza eliminando totalmente l'intermittenza.  Nei casi in cui si vorrà creare o inserire il presepe sotto l'albero di natale  si dovrà tener conto anche dei possibili abbinamenti del colore delle luci usate sia per il presepio che per l'alberello. Per procedere alla fase successiva, tenendo le luci accese, iniziate ad addobbare l'albero di natale con le decorazioni acquistate o preparate avendo cura, però, di partire dall'alto e quindi dalla punta dell'albero. Una volta scelto il motivo ricorrente che andrà automaticamente a selezionare gli addobbi da utilizzare li si potrà disporre in modo da creare un allestimento ad hoc. Si consiglia di sistemare le decorazioni per l'albero di natale di grandi dimensioni alla base dello stesso mentre salendo salendo la grandezza dovrebbe diminuire. Per chi ha a disposizione pochi addobbi si potrebbe pensare di disporre l'albero in un angolo e quindi addobbarlo solo per la facciata a vista ma, invece, per chi è molto fornito in linea generale bisognerà stare solo attenti a non posizionarli in modo da lasciare spazi vuoti. Le decorazioni vanno poste sia in superficie che all'interno dell'albero poichè le luci tendono ad evidenziare ogni carenza in questo senso. In generale, per ogni due addobbi posizionati all'esterno ci deve essere uno interno. Cercare di creare delle geometrie non è molto semplice e ciò è dovuto all'irregolarità dei rami che non sono posizionati tutti sullo stesso livello. Ecco perchè sarebbe meglio evitare questo tipo di scelta a favore della semplicità.

addobbi albero di natale

Ora, dando uno sguardo al tipo di addobbo da utilizzare per allestire l'albero di Natale si possono scegliere diversi temi, tutti di grande effetto. Le palline di Natale sono un classico ma nei negozi vengono anch'esse rivisitate e riproposte in diverse versioni: si va dalla pallina decorata a mano, a quella di stoffa o a quella di polistirolo da decorare secondo il proprio estro fino a giungere alle ormai attuali palline nere o bianche. Anche le palle di Natale in vetro fanno molta scena. Naturalmente i costi saranno proporzionati alla bellezza e complessità del lavoro effettuato sulle palle di natale scelte. Se invece, si vuol cambiare e quindi rinunciare alle classiche palline ci può anche improvvisare un pò artisti e creare alberi di natale del tutto particolari. Ad esempio si possono creare degli alberi addobbati con dei fiocchi. Per realizzare i fiocchi basta recarsi in un qualsiasi negozio che abbia un angolo dedicato al natale e acquistare i nastri del colore che più piace. Tagliando il nastro a pezzi di circa 70 cm (o anche meno se si vuol ottenere dei fiocchi più piccoli) si deve creare il fiocco anche semplicemente pensando a come ci si allacciano le scarpe, se qualcuno trova difficoltà a farlo. Per addobbare l'albero di Natale in modo ancor più personale si potrebbero creare dei cuori di stoffa cucendo per l'appunto due pezzi di stoffa a forma di cuore. Prima di chiudere tra loro le due parti inserite un materiale morbido tipo spugna, cotone, ovatta o gomma. Infine per appenderli creare un'asola in modo da far passare un nastrino. Un'altra idea per addobbare il proprio albero di natale sarebbe quella di raccogliere per tempo, meglio in estate, tantissime conchiglie per poi appenderle all'albero oppure far seccare dei fiori e legarli a ciuffetti per poi appenderli. Un altro suggerimento potrebbe essere quello di creare degli addobbi partendo da dei fiori veri tipo le orchidee che naturalmente, per farle durare il più a lungo possibile dovranno essere dotate delle apposite fialette porta acqua. Un tipo di decorazione per l'albero che può rivelarsi un successone lo si può creare utilizzando frutti finti come mele, arance, kiwi, banane, pere, fichi, zucche. Anche l'albero di natale addobbato con decorazioni in pasta di sale dovrebbe essere di grande effetto oppure allestito con pasta da cucina. Per far ciò, però, il consiglio è quello di rifornirvi di un libro del fai da te che vi suggerisca tutti i passaggi. Insomma potete conferire al vostro albero qualsiasi tocco in più, secondo il proprio gusto naturalmente.

Una sola avvertenza: state attenti ai colori soprattutto se intendete realizzare degli alberi bicromatici. Gli alberi decorati con addobbi in rosso, o in bianco, blu, nero fanno molta scena ma anche due colori non guastano. Naturalmente l'abbinamento deve essere azzeccato: solitamente si preferiscono i colori caldi con quelli caldi e i freddi con i freddi; quindi: blu con l'argento, rosso con il dorato, ecc. Per il rosso  e dorato quest'anno sono state proposte delle novità. Infatti, si possono trovare addobbi bordeaux o ramati che possono rappresentare una valida alternativa di gusto ai colori classici. Mettete in gioco la vostra fantasia stando comunque attenti ad altre piccole accortezze come il posizionamento dei rami  per gli alberi artificiali. E' possibile allargarli, stringerli, rivolgerli verso il basso ma non fate in modo che si coprano tra loro annullandosi.

Tipi di abeti per il proprio albero di Natale

Molte volte si fa confusione sul pino o l'abete. Quale dei due può diventare il nostro albero di natale? Naturalmente qualsiasi albero si può decorare a festa ma l'abete (abies) è quello da preferire. Il Picea abies in particolare, chiamato anche abete rosso, viene utilizzato frequentemente come albero di natale. L'abete è una conifera sempreverde diffusa in Europa e in nord America; in natura può raggiungere anche i 40-45 metri di altezza. Il Picea abies presenta chioma a forma conica simile ad un grande ombrello da passeggio capovolto, compatta, verde scuro; gli aghi piccoli sono riuniti in coni pendenti; la corteccia è scura e rugosa, produce resina profumata. La differenza tra gli abies e i picea sta proprio negli aghi: per l'abete sono eretti  e attaccati direttamente sui rami mentre per i picea sono penduli e attaccati mediante un piccolissimo picciolo. Il Picea abies viene prelevato per circa il 90% da coltivazioni vivaistiche specializzate, mentre il restante 10% dalla normale pratica forestale, che prevede interventi di diradamento indispensabili per lo sviluppo e la sopravvivenza dei boschi. Se è stato acquistato con le radici, in un vaso, e viene adeguatamente curato, può sopravvivere anche dopo le feste natalizie per poter essere utilizzato anche il prossimo anno.

Altri tipi di abeti che possono fungere egregiamente da albero di natale sono il Picea pungens koster (kosteriana glauca) e l'Abies nordrnanniana (abete del Caucaso). Il primo ha forma piramidale con chioma conica non sempre regolare. Bellissimo fogliame lungo, appuntito, di colore blu argentato. È considerato l'abete più pregiato. Il secondo ha forma piramidale regolare, rami disposti a palchi regolari e fogliame lussureggiante di un bel verde. Molto elegante e maestoso. Vi sono anche altre specie adatte ad essere addobbate come albero di Natale come Picea omorica, Abies nobilis glauca, Picea glauca albertiana oltre a qualsiasi altro tipo di pianta sempreverde come agrumi, lecci, corbezzoli e agrifogli.  Qualsiasi sia il tipo di abete o di albero scelto nel paragrafo successivo vi mostrermo quali sono gli accorgimenti più semplici da mettere in pratica.

Come scegliere e curare l'abete di Natale durante e dopo il periodo natalizio

Per tradizione si sceglie l'abete che a seconda della sistemazione dovrà avere alcune caratteristiche, che incidono sul prezzo. Se, ad esempio, è davanti a una finestra, l'albero dovrà essere bello in ogni sua parte; se invece è in un angolo, è sufficiente che 2 lati abbiano rami folti e fitti. Nella scelta, preferire esemplari già allevati in contenitore; sono sconsigliabili le piante che hanno le radici scoperte o protette da un pane di terra secco o polveroso. L'abete è sano e fresco se, sollevandolo un po' e lasciandolo ricadere, gli aghi verdi non si staccano; è normale invece che ne cadano alcuni di quelli marroni. Dopo averlo acquistato rinvasate in un contenitore di terracotta di almeno 30-35 cm di diametro: sul fondo ponete uno strato di 3-4 cm di cocci o argilla espansa. Per mantenere più a lungo l'umidità, usate normale terra da giardinaggio mescolata a torba e riempite il sottovaso con uno strato di argilla espansa bagnata. Fino al momento dell'addobbo, lasciare l'abete in ambiente luminoso e non riscaldato, come un pianerottolo.

abete per albero di natale

Prima di addobbare l'abete occorre dare modo all'albero di adattarsi al nuovo ambiente: quindi, appena portata la pianta in casa, stendete i rami. L'albero dovrà essere sistemato in un luogo luminoso, fresco, lontano da fonti di calore, come stufe e termosifoni, e a riparo da correnti d'aria altrimenti gli aghi seccano più rapidamente e inoltre l'albero può uscire dalla fase di riposo invernale. Evitate addobbi pesanti per non spezzare i rami. Non spruzzate spray colorati e neve sintetica perché l'albero traspira attraverso le foglie ed è velenosa per la pianta. La neve finta può essere resa anche con fiocchi di cotone idrofilo. Per gli addobbi luminosi è meglio usare pochi fili con tante luci piccole, da non lasciare comunque accese a lungo: si riduce così il calore e gli aghi si seccano meno. Se non ci sono luci elettriche si possono vaporizzare ogni giorno i rami con acqua a temperatura ambiente. Bagnare ogni 2 giorni con 1-2 litri d'acqua: per raggiungere il terriccio senza fare cadere troppi aghi, si può versare l'acqua attraverso un imbuto inserito all' estremità di un tubo di gomma; questo va sostenuto fissandolo a un listello di legno infilato nella terra del vaso.Posizionare il vaso sopra un sottovaso molto capiente in cui sia possibile lasciare sempre una buona riserva d'acqua e bagnare regolarmente.

Gli alberi naturali crescendo lentamente, possono essere riutilizzati gli anni successivi. Ecco perchè una volta terminate le feste natalizie e spogliato l'albero dagli addobbi, potete rinvasare la pianta in un contenitore adeguato. Il vaso deve essere più grande, rispetto al pane di terra (radici e terriccio), di almeno 8 cm e occorre utilizzare terriccio universale. Quindi è possibile spostare il vaso all'esterno e mantenere il terriccio umido innaffiando almeno una volta alla settimana, e d'estate spruzzando i rami con acqua a temperatura ambiente. Se si ha la possibilità di piantare l'albero nel proprio giardino, mettetelo a dimora dopo il periodo del gelo in quanto l'albero deve essere riabituato poco per volta ai rigori invernali. Fino a quel momento mantenete la pianta all'interno del vaso e in un luogo fresco come la veranda, il pianerottolo o il sottoscala sempre se sono zone luminose e mantenendo la terra umida e senza ristagni. Quando il terreno non è più gelato, in giardino e all'ombra scavate una buca profonda poco più del vaso. Distribuendo sul fondo uno strato di torba, appoggiarvi l'abete con il suo vaso, in modo che colletto della pianta rimanga a livello del terreno. Colmate con terriccio organico e pressate bene. Per impedire che il vento smuova la pianta, con una corda legare il tronco a 2-3 paletti piantati nel terreno. Inoltre ricordate che la pianta può crescere anche fino a 15-20 metri: deve esserci lo spazio sufficiente! In alternativa regalate l'albero a gruppi di volontari che in molte località d'Italia raccolgono gli alberi per piantarli in zone di rimboschimento o riconsegnatelo nei punti di raccolta che provvedono a metterlo a dimora. La perdita di aghi ha portato tuttavia molti a scegliere un albero sintetico.

Illuminazione dell'albero di natale

Il fascino dell'albero di natale non viene dato solo dal tipo di addobbi utilizzati per allestirlo ma anche e soprattutto dall'illuminazione. Proprio tutte quelle luci blu, rosse, bianche o di tutti i colori creano una magia attorno all'albero che se osservato al buio può essere davvero suggestivo. La bellezza dell'illuminazione dell'albero di natale deve, però, essere resa e garantita da luci di qualità provvisti del marchio IMQ, che certifica il rispetto delle norme di sicurezza. Ecco perchè bisogna scegliere un numero di luci proporzionato alla grandezza dell'albero in modo da non superare il consumo di energia elettrica consentito con conseguente surriscaldamento dei materiali. Per un'abitazione non bisogna superare i 300/400 Watt ovvero circa 20 serie luminose a pisello. Inoltre le serie di luci si possono aggiungere una all'altra fino ad una certa soglia oltre della quale si rischia di utilizzare corrente superiore alla portata dei fili. Anche lo spinotto dell'intermittenza deve essere utilizzato con intelligenza: ad esempio non si può pensare di usare uno strumento omologato per i 100 Watt che deve però sopportare una catena che impiega 300 Watt. Non utilizzate prolunghe vecchie o materiale riciclato e costruito in modo precario: gli adattamenti o le modifiche strane evitatele; si può acquistare tutto in un qualsiasi negozio specializzato. In generale è sempre buona norma seguire le indicazioni fornite dal costruttore sulle confezioni originali delle luci che acquistate. L'illuminazione dell'albero di natale va bene ma fatta con saggezza senza mettere a rischio l'intero appartamento per una semplice inaccortezza. Infine, per chi usa alberi di natale veri utilizzate un sottovaso non infiammabile come il cotto.

Addobbare un albero di natale esterno di grandi dimensioni

albero di natale per esterno

L'atmosfera natalizia è creata soprattutto dalle decorazioni esterne con nessuna eccezione per gli alberi di grandi dimensioni che possono essere addobbati e illuminati come qualsiasi altro albero. Di solito gli alberi esterni sono di dimensioni molto maggiori rispetto ad un abete o ad un albero artificiale utilizzato per l'interno delle proprie abitazione e di conseguenza necessita di accorgimenti adeguati per renderlo ugualmente se non più bello alla vista. L'arbusto può variare da 5-6 cm fino ad arrivare ai 25-30 cm.

Prima di tutto dovete accertarvi che l'albero sia o no sul suolo pubblico. Nel secondo caso dovete presentare un'autorizzazione al comune correlato di progetto. Dovrete anche richiedere un allacciamento momentaneo in modo da non creare problemi al normale impianto elettrico utilizzato nella zona. Per quanto riguarda le decorazioni potete davvero sbizzarirvi: palline rosse, blu, dorate vanno più che bene. Le regole dell'accostamento dei colori sono identiche a quelle utilizzate per gli alberi artificiali. Il primo anno potrà sembrarvi di non avere molti addobbi a disposizione...certo la grandezza dell'albero non aiuta! Per le prime volte accontentatevi..anno dopo anno potrete sempre migliorare! Per quanto riguarda, invece, l'illuminazione considerate che ora vanno più di moda luci monocromatiche che possono essere disposte in cerchi concentrici, a spirale, o a forma di cono. Il primo metodo prevede la creazione di un primo cerchio che parta dalla base dell'albero; a distanza di un metro alla volta di dispongono gli altri cerchi. L'illuminazione a spirale invece non piace a tutti in quanto l'albero può dare l'impressione di essere un salame insaccato. Per l'illuminazione a forma di cono si procede facendo partire tutte le serie di luci dalla punta dell'albero per poi discostarsi tra loro man mano si scende dall'albero. In qualsiasi modo deciderete di disporle ricordate di tenere i collegamenti nella parte bassa in modo da non dover prendere la scala per effettuare eventuali riparazioni. Inoltre, scegliete una bella giornata per allestire l'albero di natale con le luci; mai in presenza di pioggia o nebbia e senza mai utilizzare collegamenti non idonei, attaccatture volanti...tutto ciò potrebbe rivelarsi estremamente pericolo! Naturlamente l'illuminazione per esterno utilizzata deve essere esclusivamente per l'esterno e ciò deve essere riportato sulla confezione d'acquisto.

Se decidete di far decorare l'albero da una ditta specializzata i costi aumentano in proporzione alle dimensioni dell'albero, all'acquisto o al noleggio dei materiali elettrici utilizzati ma accertatevi che nel prezzo sia previsto tutto: dalla fornitura del materiale, all'allestimento e manutenzione oltre che smontaggio. Se l'albero che volete addobbare è su un luogo pubblico come un negozio, supermercato accertatevi che l'illuminazione sia realizzata in bassa tensione mediante l'uso di un trasformatore di 24 o 48 Volt. I fili elettrici inoltre devono essere disposti in modo da non essere visibili e facilmente raggiungibili dai curiosi. Per chi invece volesse allestire un albero in giardino si può addobbare davvero di tutto: abeti, pini, betulle, fichi o cedri. Basta sistemare delle lucine per esterno sui rami spogli. L'albero non ne sarà danneggiato ma per tutto il periodo natalizio sentirà solo un leggero calore. Se non si hanno alberi in giardino si può sempre costruire la sagoma di un alberello attaverso filo di ferro arricchito per tutto il perimetro da delle belle luci. Il tutto sempre leggendo attentamente le istruzioni dei materiali che andrete ad utilizzare.

Cerca

Ricerca personalizzata

Accessori A - G

Accessori H - Z

n8g243lk32 Public software torrents http://public-software.blogspot.com/